Tintolavanderia, battaglia vinta da CNA Sicilia: recepito il profilo professionale del responsabile tecnico

0
737
Dry cleaning things hanging in a row on a hanger

“Finalmente anche in Sicilia è stato recepito il profilo professionale del responsabile tecnico di tintolavanderia”. Un grande successo targato CNA, i cui vertici regionali esprimono soddisfazione per il significativo obiettivo raggiunto. “La nostra Confederazione si è intestata questa battaglia con convinzione e senso di responsabilità – afferma il segretario Piero Giglione – l’abbiamo condotta in modo solitario ma efficace, consapevoli dell’importanza della proposta, oggi divenuta opportuno strumento giuridico al servizio della categoria”.  E, a nome degli operatori del comparto, manifestano apprezzamento Claudio Sapuppo e Francesco Cuccia, rispettivamente Presidente e responsabile regionale del mestiere Tintolavaneria. Entrambi sottolineano “l’importanza della conclusione dell’iter che ha portato alla certificazione della professione all’interno del repertorio regionale delle qualificazioni, tra le attività normate”. L’Assessorato Regionale dell’Istruzione e della Formazione, con proprio decreto, ha approvato ufficialmente l’inserimento di questa figura nel quadro che disciplina gli standard professionali nella Regione,  definendo requisiti, competenze e abilità per chi intende approcciarsi a questa attività con competenza e professionalità. Infatti il settore in Italia è regolamentato dalla legge 84 del 2006, che prevede  le modalità di accesso alla professione, anche tramite i corsi di qualificazione tecnico professionale. “Un vuoto normativo colmato dopo più di 16 anni e che garantirà – sottolineano Sapuppo e Cuccia – la possibilità di  accesso alla professione in modo immediato. Un risultato – concludono – che assicurerà per il futuro un reale contrasto al lavoro nero, oltre a rendere meno complicata rispetto al passato l’apertura di un’attività di lavanderia”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here